Italia, 28 giorni dopo

Per la prima volta dal secondo conflitto mondiale decine di milioni di persone sono obbligate a rimanere a casa per settimane, con poche eccezioni. Vogliamo documentare l'effetto di questo "spopolamento" sulle città, in uno scenario "28 giorni dopo". Contenuti rilasciati con licenza CC BY 4.0

Home / Trieste Centro 04/05/2020 40

Il 4 maggio segna l'inizio della "fase 2", che però è più che altro una fase 1 con qualche libertà in più: ci si può solo spostare nel comune di domicilio per fare sport e ci si può spostare entro la regione per raggiungere i parenti. Le persone in circolazione rispetto ai giorni precedenti sembrano però decuplicate, segno che non tutti hanno capito che l'emergenza non è finita.
This website is using cookies only for user login and registration. We do not use ads and do not keep any personal record. By viewing this website you agree to this use of cookies . Accept